Skip to Content

Enoviaggi

I grandi vini rossi della Valtellina


Un enoviaggio tra le vigne della Valtellina alla scoperta del vitigno nebbiolo, o meglio Chiavennasca, dei suoi vini, dove e quando assaggiarli.

Scritto da Redazione Italiasquisitawine il 18 ottobre 2012
Valtellina vini
Se vi piace attraversare in autunno paesaggi contornati da vette increspate sotto cui si spalmano distese di vigneti terrazzati, la vostra meta ideale è quella parte di Lombardia che si estende da Morbegno a Livigno, includendo Chiavenna, Teglio, Sondrio e, non dimentichiamocene, Bormio. Parliamo della Valtellina e dei vini che prendono vita in questo territorio grazie alla coltivazione della vite nelle zone migliori e più soleggiate delle Alpi Retiche. I vini rossi che questa terra produce, sotto l’ala protettiva del Consorzio Tutela Vini di Valtellina, sono ottenuti da uve nebbiolo, un vitigno nobile dalla maturazione tardiva che ha saputo creare nel corso dei secoli un matrimonio perfetto con questa terra. I vini della Valtellina sono rinomati in tutto il mondo, grazie alla potenza del vitigno nebbiolo, che in questa zona prende il nome di Chiavennasca. Quali sono le denominazioni che elevano il valore dei vini della Valtellina? Lo  Sforzato o Sfursat della Valtellina, il cui nome nasce dalla tradizionale pratica di appassimento delle uve che in Valtellina ha origini antichissime. Questo vino si ottiene dalla selezione fatta a mano dei migliori grappoli, lasciati poi appassire su graticci di legno, all’interno di un locale asciutto e ben aerato, fino alla fine di gennaio. A fine gennaio l’uva ha perso circa il 40% del proprio peso, gli acini sono appassiti e il loro succo ha sviluppato sostanze aromatiche particolari e molto intense. Alla pigiatura seguono una lenta fermentazione e almeno 24 mesi di maturazione e affinamento, prima in legno e poi in bottiglia. Lo Sforzato di Valtellina diviene così espressione unica del vitigno nebbiolo e del territorio di questa affascinante valle alpina. C’è poi il Valtellina Superiore suddiviso nelle cinque sottodenominazioni Sassella, Grumello, Inferno, Valgella, Maroggia che si fregia della DOCG al pari dello Sforzato. Se volete conoscere da vicino i vini della Valtellina vi suggeriamo due importanti manifestazioni:
  • Calici di Stelle è una manifestazione che si svolge contemporaneamente in diverse città d’Italia, particolarmente gradita dal pubblico durante le vacanze estive. A Sondrio sono aperti i banchi di assaggio dei vini DOC e DOCG della Valtellina e dell’arco alpino con degustazioni guidate per aree geografiche di provenienza, bancarelle di prodotti valtellinesi d’eccellenza e menu a tema nei ristoranti convenzionati.
  • Morbegno in Cantina: il vino torna protagonista a fine settembre/inizio ottobre per una delle feste più amate in Valtellina, durante la quale il centro storico apre le sue cantine alla degustazione delle migliori etichette DOC e DOCG valtellinesi.
Infine vi lasciamo un elenco di cantine che potrete trovare lungo il vostro cammino in Valtellina…
diff